$TitoloHead.getData()
Articoli correlati
LA DEDUCIBILITÀ DEI CONTRIBUTI VERSATI
I contributi versati sono deducibili dal reddito dichiarato, riducono il reddito imponibile e danno origine ad un risparmio sotto forma di minori imposte IRPEF.
LE IMPOSTE AGEVOLATE SUI RENDIMENTI
Le forme pensionistiche offrono diversi vantaggi: generano rendimenti finanziari tassati in forma agevolata e sono esenti da imposta di bollo
IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE RENDITE E DEL CAPITALE
La tassazione applicata alle rendite e al capitale delle forme pensionistiche complementari
LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LA PREVIDENZA INTEGRATIVA
Lo Stato, per aiutare coloro che decidono di costruirsi una pensione integrativa destinata ad integrare quella pubblica obbligatoria, ha introdotto una serie di agevolazioni fiscali.

LE ANTICIPAZIONI E I RISCATTI

In casi particolari è prevista la possibilità di richiedere prima del pensionamento una parte del patrimonio accumulato in una forma pensionistica.


ANTICIPAZIONI

È possibile, ad esempio, richiedere un "anticipo" sulle somme maturate. L'anticipazione, a differenza dei riscatti, dà la possibilità di reinvestire successivamente il capitale percepito e può essere richiesta per:

  • Spese sanitarie a seguito di gravissime situazioni riguardanti sé, il coniuge o i figli, per terapie e interventi straordinari riconosciuti dalle competenti strutture pubbliche. In qualsiasi momento è possibile richiedere fino al 75% del capitale maturato.
  • Acquisto o ristrutturazione prima casa propria o dei figli. Dopo 8 anni di iscrizione ad una forma pensionistica è possibile richiedere fino al 75% del capitale maturato.
  • Ulteriori esigenze, senza necessità di giustificarle. Dopo 8 anni di iscrizione ad una forma pensionistica è possibile richiedere fino al 30% del capitale maturato.
     

È possibile chiedere anche più di una anticipazione, ma la somma totale degli importi anticipati non può comunque superare il 75% della posizione complessiva dell'iscritto, incrementata di tutte le anticipazioni percepite e non reintegrate.
 

RISCATTI

Oltre alle Anticipazioni per i motivi indicati, è possibile richiedere un "riscatto" della posizione previdenziale. Il riscatto consiste nella richiesta di rimborso, totale o parziale, del capitale maturato fino a quel momento e può essere richiesto:

  • Nei casi di inoccupazione per un periodo di tempo non inferiore a 12 mesi e non superiore a 48 mesi, o in caso di mobilità o cassa integrazione, è possibile chiedere il riscatto del 50% del montante maturato. Per inoccupazione superiore a 48 mesi è possibile chiedere il riscatto totale.
  • In caso di invalidità permanente che riduce la capacità lavorativa a meno di un terzo è possibile chiedere il riscatto totale.
  • In caso di morte del lavoratore prima che abbia maturato il diritto alla pensione, gli Eredi o i Beneficiari possono chiedere il riscatto totale.
  • Nei casi previsti dallo statuto e dal regolamento della forma pensionistica, quando il Lavoratore perde i requisiti previsti per partecipare, è possibile chiedere il riscatto totale.
     

Intesa Sanpaolo Vita: le anticipazioni e i riscatti dei capitali


Per saperne di più sulle regole attualmente in vigore attualmente per i "Nuovi Iscritti":